EAA_nome
ARCHITECTURE + DESIGN

Attolini Architects is an architectural and design firms that collaborates with professionals, companies, foundations, academies and universities in Europe and Asia that operate directly and indirectly in the field of architecture, fashion design, retail & merchandising and communications. Principally follows a methodology of cross-fertilization; an interpolation of disciplines and specific skills that contribute to social innovation, of the territory and its services which result in innovative projects in the area of retail (stores, public spaces), housing (residential architecture and wellness), Contract (hotel, spa, offices), fashion design and communication. + info

#health /

LifeLAB

A research center for terminally ill or guests affected by rare disease. The laboratory center's plan includes in its purpose to be offering to the patient an ideal residential condition living. This particular context, controlled by a domotic controller system is surrounded by environments which offer the chance to continue to manage privacy and the daily business relationships to its guests. Thanks to several studies and researchers has been demonstrated that keeping the contact with the daily-life help the rehabilitation therapy.

Stacks Image 145
LifeLab
è un centro di ricerca e di degenza per malati affetti da patologie infettive e degenerative specificamente studiato allo scopo di poter offrire al paziente un supporto medico d'eccellenza garantendo al malato una ideale condizione psico-ambientale di tipo residenziale che partecipa in un processo attivo e collaborante alla terapia riabilitativa o di degenza prolungata. La particolarità di questa soluzione distributivo-logistica consente al malato di conservare uno stretto contatto con l'ambiente naturale che influisce positivamente sull'aspetto psicologico del degente. L'intera struttura è controllata da un sistema domotico che consente di gestire la privacy e le quotidiane interazioni sociali e lavorative ai suoi ospiti. E' dimostrato infatti che il mutamento climatico e lo stretto contatto con la natura coadiuvato da ambienti e servizi di eccellenza, permettono al malato di conservare uno rapporto attivo con la società civile e con il mondo del lavoro che riduce l'effetto di alienazione passiva che è uno dei principali contro-fattori della terapia riabilitativa.
Stacks Image 167
La tipologia "a rotore"

nasce dall'esigenza di dotare questa particolare struttura sanitaria secondo una nuova logica distributiva dei settori (laboratori di ricerca, ambulatori e reparti di degenza) e della logistica generale che il più delle volte coesistono in un sistema unico senza peraltro garantire a ciascuna di queste attività una architettura ed una logistica dedicata e fluida.
E' stato dunque necessario scorporare da questo sistema di promiscuità logistica le aree (o i gruppi di interesse) ed i relativi percorsi specifici.

Dal caos alla complessità.

Osservando l'intera struttura si percepisce immediatamente una complessità articolata specificamente in base alle principali funzionalità (laboratori di ricerca, ambulatori e reparti di degenza) ed alle specifiche mobilità di ciascuna di esse: es. mezzi di trasporto, personale medico, personale tecnico e visitatori.

Questa singolare distribuzione offre una molteplicità di vantaggi che possiamo sintetizzare elencandone i principali vantaggi:

I mezzi di trasporto e di soccorso, attraverso i quattro assi ortogonali di viabilità principale consentono di raggiungere attraverso rampe dirette il piano interrato. Ubicato e collegato al nucleo centrale, comprende tutte quelle attività specialistiche che necessitano di strutture a tenuta batteriologica che non impongono una aero-illuminazione naturale e che meglio si adattano al piano interrato, così come le aree di sosta, di carico-scarico e di risalita al piano terra adibito alla ricezione, all'amministrazione, agli ambulatori e agli spazi comuni interni-esterni che svolgono la duplice funzione di: "parco interno" se consideriamo l'intera struttura generale che lo contiene, ed esterno rispetto al nucleo centrale e ai corpi delle "residenze di degenza" circostanti e connesse ad esso attraverso i "bracci di collegamento vetrati" che rappresentano una ulteriore caratteristica distributiva che scaturisce da una esigenza normativa e funzionale alla sicurezza:

- Possibilità di isolare uno o più settori della struttura in caso di emergenze epidemiologiche senza che ciò influisca sulla calendarizzazione delle attività generali in corso.
- Una molteplicità di accessi e "zone d'attacco" per i mezzi di sicurezza in caso di incendi o ai mezzi dedicati alla manutenzione ordinaria.
- Un monitoraggio semplificato grazie alla posizione centrale del centro di controllo che permette una maggiore tempestività di intervento attraverso una gamma diversificata di accessi, messi ed attrezzature grazie all'abbattimento delle barriere architettoniche che possono talvolta condizionarne il funzionamento ottimale della struttura.
- Una diversificata ed esclusiva accessibilità ai reparti, articolata e suddivisa per funzionalità e tipologia (personale medico, personale tecnico, tecnici esterni e visitatori) evitando il caos e il degrado.

Ed infine ma non ultimo,
ciò che rappresenta una delle principali ambizioni di questo progetto che ha permesso la nascita di questa nuova tipologia ospedaliera:

"Permettere al degente il raggiungimento del benessere ottimale e di quelle condizioni psico-ambientali necessarie per conservare la propria "dignità sociale" e conseguentemente a ciò, di poter continuare a svolgere un ruolo attivo nel mondo del lavoro o nella società civile che il più delle volte, a seguito del ricovero, si perde repentinamente innescando un processo depressivo ed autolesionista nel malato che si oppone di fatto alla terapia riabilitativa nel caso di lunghe degenze o di sostegno come nel caso di patologie degenerative croniche e terminali"
Stacks Image 16392
The building structure is made of metal structures and exterior facades are finished in brick, wood and glass. The systems are fully inspected and interior solutions are scalable to the specific needs of the guests. All units are characterized by large sliding windows on the whole facade. The complex includes a large green area, more parking places.
Stacks Image 16396
La struttura dell'edificio è realizzata in strutture metalliche e le facciate esterne sono rifinite in mattoni, legno e vetro. Gli impianti sono completamente ispezionabili e le soluzioni interne sono adattabili in base alle esigenze specifiche degli ospiti. Tutte le unità sono caratterizzati da grandi finestre scorrevoli su tutta la facciata. Il complesso comprende una grande area verde, più posti auto esterni.
Le residenze di degenza - I moduli abitativi
Stacks Image 329
I moduli abitativi hanno la particolare caratteristica di essere totalmente scomponibili in pannelli intercambiabili. Questa particolare soluzione permette di poter igienizzare gli ambienti anche attraverso la loro sostituzione rapida. Ciò permette di abbassare notevolmente il livello di presenza batteriologica garantendo un coefficiente di controllo sostenibile. Gli spazi di degenza sono dotati di "filtri di passaggio" che permettono ai visitatori esterni di poter interagire con il malato senza dover necessariamente accedervi al loro interno. I bagni sono rivestiti da pannellature interne intercambiabili e da un sistema di igienizzazione che permette al personale addetto di evitare contatti diretti con sostanze organiche infette mediante una valvola di sicurezza applicata alla porta d'ingresso attraverso la quale vengono nebulizzate le sostanze igienizzanti prima delle operazioni di controllo e pulizia.
Tipologia a "insula"

Con questo nome, in senso metaforico, i Romani designavano la casa, la quale in origine, essendo separata dalle case vicine per mezzo di uno spazio libero di due piedi e mezzo (ambitus), rassomigliava a un'isola. La parola insula ha quindi un significato spaziale in contrapposto alla voce generica domus con cui si indica l'abitazione.

A differenza della precedente tipologia, questa soluzione distributiva semplificata non prevede necessariamente l'ausilio di bracci di collegamento a taglio batteriologico, consentendone l'uso ed i relativi vantaggi funzionali, logistici e psico-terapeutici per tutte le restanti categorie sanitarie che non necessitano soluzioni tecnico-sanitarie "estreme".
Stacks Image 171

network

Our professional activity is implemented because of sharing projects with european professionals, universities and foundations.

contacts

info@studioattolini.com | skype:.studioattolini

experience

From urban planning and residential to retail, interors or product design. We follow a cross-fertilization methodology.

Stacks Image 20978

.© studioattolini 2003 to present - all rights reserved

Stacks Image 26365

w o r k s

iwc_retail_workshop
ateliers_jean_nouvel
office
master barcelona architecture
tgn-20126-barcelona
smlxl_polimi
polimi-goenka_university-india
r1_r2_otranto
life-lab
barbie-boffi
mim-design-district
office_residential
via veneto rome
altai-milano
prj-ta096
for kids
Hermes

contacts
info@studioattolini.com
skype: studioattolini


© studioattolini 2003 to present - all rights reserved
Stacks Image 26411


download our business card


smartphones_tablets_pc

download

studioattolini businesscard

c o n t a c t s

mail: info@studioattolini.com
skype: studioattolini
T: +393486873022


© studioattolini 2003 to present - all rights reserved